Cloud Computing

Il cloud computing: una nuvola su Internet nella quale sono salvati miliardi e miliardi di dati. Per capire che avrà un ruolo fondamentale nel futuro basta guardare le cifre: nel 2018 il traffico dati globale ha raggiunto i 33 zettabyte, una quantità che richiederebbe 330 milioni di hard disk da 1 terabyte (la capacità massima attualmente disponibile) per essere archiviata. E per il 2035 gli zettabyte diventeranno 2.100.

Senza il cloud l'espansione dei dati che produciamo giornalmente non sarebbe sostenibile. Ma chi ha in mano il luogo virtuale in cui li salviamo? I nomi non sono nuovi: Amazon (con Aws) ha circa un terzo del cloud totale, il resto se lo spartiscono Microsoft (13%), Ibm (8%), Google (6%) e altri con percentuali minori (40%). L'obbiettivo di oggi è la sicurezza: ogni secondo che passa, i comportamenti dei consumatori vengono tracciati e registrati a fini commerciali, e i big data prodotti sono automaticamente archiviati nel cloud, così come i dati sensibili delle aziende. Risulta chiaro perché i colossi del cloud hanno dichiarato che si sta puntando tutto sulla sicurezza: i cyber attacchi e uno scarso sistema di difesa costeranno alle imprese 5,2 trilioni di dollari nei prossimi cinque anni. E chi si saprà protetto meglio vincerà sul mercato.




  • White Instagram Icon
  • White Facebook Icon
  • White YouTube Icon