Curdi: ecco perchè ne senti parlare

Negli ultimi giorni si sta sentendo molto parlare del conflitto tra i curdi e la Turchia, ma cosa sta succedendo esattamente?

I curdi sono una popolazione (musulmana sunnita) che occupa il cosiddetto Kurdistan, un territorio a cavallo tra Turchia, Iran, Siria, Armenia e Iraq. Non è un vero e proprio Stato, anche se i curdi vorrebbero che fosse così: sono infatti la quarta etnia più grande del Medio Oriente, ma devono vivere nei diversi Paesi come una minoranza etnica, e con pochissima autonomia. I curdi hanno aiutato per anni la coalizione internazionale guidata dagli USA nella lotta contro l'Isis, ma la Turchia li considera "terroristi" perché lottano per ottenere l'indipendenza sul territorio turco. In particolare, il partito curdo più battagliero (PKK) ha compiuto diversi atti terroristici e, insieme ai curdi siriani, rappresenta l'acerrimo nemico della Turchia. Adesso cos'è successo: gli USA hanno ceduto alle pressioni della Turchia (che è pur sempre un Paese che fa parte della NATO e quindi un alleato dell'Occidente) e hanno deciso di rimuovere i loro soldati dalla Siria. I curdi sono quindi rimasti senza alcuna "protezione" dagli attacchi della Turchia, che ha invaso il confine con la Siria. L'attacco turco sta causando un risveglio anche dei terroristi dell'Isis che i curdi avevano sconfitto e imprigionato, e che, a quanto dicono fonti curde, i Turchi vogliono liberare, causando enormi pericoli anche per l'Europa.

Non si spiega la scelta di Trump di voltare la faccia ai curdi da un momento all'altro. È stato infatti molto criticato da altri politici americani, e per compensare ha minacciato la Turchia di destabilizzare la sua economia (già in crisi profonda) da un momento all'altro, se non assicura che il suo attacco non causerà alcuna emergenza umanitaria ai curdi.


  • White Instagram Icon
  • White Facebook Icon
  • White YouTube Icon