Nutri-score: l'Europa dichiara guerra all'Italia?

In questi giorni si sta sentendo parlare molto di politiche alimentari mirate a danneggiare i prodotti Italiani. Ma facciamo il punto della situazione.

In Francia dal 2017 è in vigore un sistema chiamato Nutri-Score: un sistema di valutazione dalla A alla E posto sopra ai prodotti alimentari in base a quanto sono "sani". Questo sistema è stato elaborato dalla Public health France, per rispondere all'esigenza dei consumatori di essere guidati nelle scelte alimentari quotidiane. Si è poi diffuso (su base facoltativa) in Spagna, Belgio, Svizzera, Germania e Paesi Bassi. Adesso molte associazioni stanno proponendo alla Commissione Europea di renderlo obbligatorio su tutti gli imballaggi dell'Unione. Per la valutazione degli alimenti si considerano i loro valori energetici, i grassi saturi, lo zucchero, il sodio, i livelli di frutta, verdura, noci, oli di oliva, colza, fibre e proteine. Alcuni dei tipici prodotti italiani (come il parmigiano, il salame e l'olio d'oliva) sono classificati come "poco sani". Mentre prodotti industriali come la Coca Zero e la Pepsi Light hanno ottenuto una buona B.

Questa categorizzazione ha subito fatto pensare al complotto: come è possibile che i sani prodotti della dieta mediterranea siano bollati come poco salutari, mentre quelli delle grandi multinazionali vengono promossi? Molti politici e alcuni giornali l'hanno fatto passare per l'ennesimo attacco contro l'Italia da parte dell'Europa. Basta però poco per vedere che, confrontando i criteri applicati ai vari prodotti europei, non si trova alcuno sbilanciamento a sfavore dei cibi italiani.

Si può mettere in discussione però il concetto stesso di bollare un cibo come sano o non. Il voto del Nutri-Score può essere utile per farsi un'idea sui valori nutrizionali di un prodotto, tuttavia propone una visione molto semplicistica (e talora sviante) di nutrizione salutare. Sicuramente non può essere considerato un valido sostituto dell'educazione alimentare. Per capire cosa vuol dire "cibo sano", lasciamoci piuttosto guidare dai nutrizionisti che cercano di diffondere una corretta idea di alimentazione anche sul web. Voi cosa ne pensate?


  • White Instagram Icon
  • White Facebook Icon
  • White YouTube Icon